Simonetta Bernardini

La Dr.ssa Simonetta Bernardini, fiorentina d’adozione, donna tenace e combattiva, è stata l’artefice della creazione a Pitigliano del primo ospedale pubblico di Medicina Integrata.

La sua carriera è cominciata al servizio di diabetologia infantile all’ospedale Meyer e poi a quello di terapia intensiva neonatale a Torregalli. Due specializzazioni universitarie, pediatria ed endocrinologia, e un’esperienza da pediatra di famiglia nel Mugello. Ma non gli bastava. Capiva che gli strumenti della medicina convenzionale le servivano per salvare i pazienti nelle malattie acute e nelle emergenze ma spesso non per guarirli né dalle patologie di tutti i giorni né dalle malattie croniche. Come l’asma, la cefalea, i reumatismi, le allergie. E pensava che padroneggiare due medicine sarebbe stato meglio che padroneggiarne una sola. Si è rimessa a studiare e nel 1999 ha contribuito a fondare la Siomi, la società italiana di omeopatia e medicina integrata, di cui è ancora presidente. Ci ha messo molti anni a convincere i colleghi e gli enti pubblici che l’integrazione e l’alleanza fra più saperi, più specialisti, era una strada da tentare.

Alla fine ce l’ha fatta. La Regione Toscana ha approvato il progetto sanitario e dal gennaio 2011 la dr.ssa Bernardini è responsabile del Centro ospedaliero di Medicina Integrata dell’Ospedale di Pitigliano, primo ospedale del servizio pubblico italiano che eroga prestazioni sanitarie di omeopatia e di agopuntura per i pazienti ricoverati.

Simonetta Bernardini sarà ad EcoFuturo nel pomeriggio di giovedì 19 luglio, dalle 18:00 alle 19:30, per la sessione Medicine complementari, il percorso e la cura.